SpazioHorror: horror comedy e Jessica Biel!

Oggi apriamo con un nome a cui tutti gli horror-addicted sono legati: Don Coscarelli, a cui è lecito regalare metà rubrica. Il regista noto per la saga Phantasm e per il cult (vero) Bubba Ho-Tep ha rilasciato una lunga intervista a DreadCentral. Se masticate l'inglese date un'occhiata e preparatevi a sapere che il progetto Bubba Nosferatu è definitivamente abbandonato. D'altronde il rifiuto al progetto di Bruce Campbell aveva già reso le cose molto difficili e non è bastato l'interesse di Paul Giamatti a ristabilire una produzione a detta di Coscarelli dominata da insormontabili problemi. Life is a bitch (cit.).
Intanto Coscarelli, insieme allo stesso Giamatti, ha girato John Dies at the End, ampiamente dibattuto in un secondo estratto dell'intervista. Dopo la premiere mondiale all'ultimo Sundance e il passaggio questi giorni al South by Southwest Film Festival il film ha iniziato il suo cammino internazionale e il faccione noto di Paul Giamatti (sempre più incline ad abbandonare i suoi ruoli storici) magari gli garantirà qualche possibilità distributiva in più. Il film è una bizzarra miscela di horror, commedia nera e fantascienza con al centro la Soy Sauce, una droga che assicura incredibili esperienze extracorporee. Peccato che dopo averla provata c'è la possibilità di perdere lo status di umano per fare da ponte a un'invasione aliena molto discreta. L'unica resistenza terrestre agli invasori arriva da due nerd: John e David, universitari incapaci di qualsiasi slancio eroistico. Materiale per divertirsi dovrebbe esssercene in abbondanza anche per chi, come il sottoscritto, non va matto per le commedie horror.
Qui di seguito il trailer.



Il South by Southwest Film Festival è stato anche il palcoscenico di un altro horror molto atteso e di cui si erano perse un po' le traccie negli ultimi mesi: The Tall Man, di Pascal Laugier. Il salto americano del regista di Martyrs gli ha garantito un budget stimato in quasi 20 milioni di dollari e addirittura una distribuzione italiana per Moviemax (dovrebbe arrivare nel prossimo autunno), mentre in America l'Image Entertainment si è assicurata la distribuzione in sala, home video, televisiva e VOD del film. Questa è la sinossi ufficiale: Julia Denning (interpretata Jessica Biel) è un'infermiera di Cold Rock, cittadina dove si nascondono segreti inquietanti. Nel corso degli anni sono infatti scomparsi tredici bambini senza alcuna evidenza o testimonianza. Gli abitanti del luogo attribuiscono la responsabilità a "The Tall Man", un oscuro personaggio misterioso su cui abbondano le leggende. Quando una notte Julia trova il letto di suo figlio vuoto, la caccia è aperta e con essa la ricerca di risposte: chi è "The Tall Man", e soprattutto cosa avevano in comune tutti i bambini scomparsi? Le prime recensioni del film sono altalenanti e convertono tutte su un esasperato formalismo. Poca sostanza e abile ricalco delle regole del genere sembra essere il responso generale soprattutto della critica web, mentre quella generalista si accoda alle solite due banalità in croce sul cinema horror truce. Personalmente non ho un ricordo sbalorditivo di Martyrs, e Laugier non è affatto il più corrosivo di quell'ondata di registi francesi che qualche anno fa invasero il genere (il miglior film del lotto però era in mano all'outsider Fabrice du Welz e si chiamava Calvaire), ma rimane uno che ha i numeri per un ottimo film. E poi l'America gli fa molto male. Basta guardare Alexandre Aja e la fine che sta facendo.
Scrivi un commento
Se non hai un account clicca qui per registrarti su SpazioFilm.
    Numero commenti: 6
  • Albi206
    Albi206
    Livello: 3
    N° Post: 47
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da AlexDeLarge84
    Talmente famoso che in Italia della saga phantasm si sono fermati al III, il IV venne distribuito negli Stati Uniti in formato direct-to-video. Onestamente non stravedo per questo regista e preferisco, rimanendo nel genere, il Jackson dei tempi di "Splatters" e "Bad Taste" per non parlare del mitico Georgione Romero, ma qui già siamo al caviale e champagne.


    "bad taste", un capolavoro
  • supercaso
    supercaso
    Moderatore
    N° Post: 6499
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da AlexDeLarge84
    Davvero mitico! Mi pare che "Splatters" sia la versione censurata, mentre quella rilasciata in America del nord, ovvero Dead Alive, è rimasta intatta ed ha, non vorrei sbagliarmi, 15 minuti di sano gore..
    Comunque sia vedo la tua citazione e rilancio di
    "Stira e ammira.."
    La scena mitica in cui il giovane Lionel colpisce una creatura con un..ferro da stiro.

    ahahaha fantastico! Quel peter jakcson è favoloso... ormai è difficile trovare qualcosa di simile! Gli unici film che mi hanno fatto veramente godere ultimamente sono stati Dead Snow e Dog soldiers
  • AlexDeLarge84
    AlexDeLarge84
    Livello: 4
    N° Post: 149
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da supercaso
    ti dico solo: "sono il ninja di dio!"


    Davvero mitico! Mi pare che "Splatters" sia la versione censurata, mentre quella rilasciata in America del nord, ovvero Dead Alive, è rimasta intatta ed ha, non vorrei sbagliarmi, 15 minuti di sano gore..
    Comunque sia vedo la tua citazione e rilancio di
    "Stira e ammira.."
    La scena mitica in cui il giovane Lionel colpisce una creatura con un..ferro da stiro.
  • supercaso
    supercaso
    Moderatore
    N° Post: 6499
    Mi piace 3 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da AlexDeLarge84
    Talmente famoso che in Italia della saga phantasm si sono fermati al III, il IV venne distribuito negli Stati Uniti in formato direct-to-video. Onestamente non stravedo per questo regista e preferisco, rimanendo nel genere, il Jackson dei tempi di "Splatters" e "Bad Taste" per non parlare del mitico Georgione Romero, ma qui già siamo al caviale e champagne.


    ti dico solo: "sono il ninja di dio!"
  • AlexDeLarge84
    AlexDeLarge84
    Livello: 4
    N° Post: 149
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    Talmente famoso che in Italia della saga phantasm si sono fermati al III, il IV venne distribuito negli Stati Uniti in formato direct-to-video. Onestamente non stravedo per questo regista e preferisco, rimanendo nel genere, il Jackson dei tempi di "Splatters" e "Bad Taste" per non parlare del mitico Georgione Romero, ma qui già siamo al caviale e champagne.
  • supercaso
    supercaso
    Moderatore
    N° Post: 6499
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    questa rubria stà diventando la mia preferita Se cerchi collaboratori fammi sapere che il b-movie è il mio genere :sasa:
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
  • Immagine Thumb: SpazioHorror: horror comedy e Jessica Biel!
  • Immagine Thumb: SpazioHorror: horror comedy e Jessica Biel!
  • Immagine Thumb: SpazioHorror: horror comedy e Jessica Biel!
  • Immagine Thumb: SpazioHorror: horror comedy e Jessica Biel!
  • Immagine Thumb: SpazioHorror: horror comedy e Jessica Biel!
  • Immagine Thumb: SpazioHorror: horror comedy e Jessica Biel!
ARTICOLI CORRELATI
SEGUICI SU:
versione per cellulari
facebook
twitter
itunes
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967